Cosa succede al Knos?

GAS LECCE - la spesa bio a km0
dal 04 settembre al 22 luglio 2016 tutti i venerd

GAS LECCE - la spesa bio a km0

Gruppo leccese di acquisto solidale

Tutti i venerdì dalle 18:00 le Manifatture Knos ospitano i produttori locali che aderiscono al Gruppo di Acquisto Solidale di Lecce.

 

Pane e prodotti da forno di solo grano senatore cappelli, farine di cereali vari, olio extravergine, conserve, vino, formaggi, frutta e ortaggi di stagione e molto altro, tutto rigorosamente biologico e km0, per una spesa sana ed etica.


Si può aderire al GlAS inviando una mail a ordini.gaslecce@gmail.com.  Utilizzando il proprio account è possibile ordinare on line i prodotti di tutte le aziende locali che pubblicano ogni settimana i loro panieri di ortaggi, prodotti da forno, vino, olio extravergine d'oliva, legumi, farine di alta qualità (senatore cappelli, farro, kamut), conserve dolci e salate, formaggi freschi e stagionati e altre delizie prodotte secondo processi che rispettano l'ambiente e la nostra salute.

 

L'ordine deve pervenire entro e non oltre il GIOVEDÌ MATTINA. Entro giovedì  sera per le  ore 19:00  accertatevi di aver ricevuto la conferma dell'ordine via mail.

I prodotti si ritirano il venerdì dalle 18:30 alle 20:00 presso le Manifatture Knos. La consegna è anche un momento di convivialità durante il quale incontrarsi e degustare alcuni prodotti.


Il Gas è un gruppo di persone che si propone di sostenere piccoli produttori e trasformatori biologici che lavorano nel rispetto della terra e dei diritti dei lavoratori. Avvicina il produttore al co-produttore (consumatore) ristabilendo un rapporto di fiducia e conoscenza e evitando i passaggi intermedi.

In questo modo è possibile fare una spesa bio e a km0 a prezzi contenuti e sostenendo ogni settimana un modo diverso di fare la spesa e prendersi cura della terra in cui viviamo.

Il GAS si occupa e si preoccupa di sensibilizzare sempre più persone sull'importanza della questione della TERRA (accesso alla terra, impoverimento dovuto alla chimica, sfruttamento del lavoro)  e del CIBO come fattore di cambiamento politico, sociale, ambientale.

 

 

 

 

 

 

 

Condividi su Facebook Condividi su Twitter